11.03.2020

Roto annulla "Fensterbau Frontale" 2020

In un'intervista, Marcus Sander spiega come la Roto Frank Fenster- und Türtechnologie (FTT) affronta la nuova situazione dopo il rinvio della "Fensterbau Frontale". Il Presidente del Consiglio di amministrazione descrive come lo specialista di ferramenta orientato a livello internazionale valuta l'attuale sviluppo e perché quest'anno si astenga dal partecipare alla fiera. Una dichiarazione fondamentale: "La salute e la sicurezza vengono prima di tutto."

"La nostra rinuncia tiene conto della situazione particolare".

Leinfelden-Echterdingen - (rp) La decisione a breve termine della Messe Nürnberg di rinviare la "Fensterbau Frontale" al 16-19 giugno 2020 sotto l'impressione della crescente diffusione del coronavirus in tutto il mondo crea naturalmente una nuova situazione anche o soprattutto per gli espositori. Marcus Sander spiega come Roto Frank Fenster- und Türtechnologie (FTT)  affronta questo aspetto nella seguente intervista. Il Presidente del Consiglio di amministrazione descrive come lo specialista di ferramenta orientato a livello internazionale valuta l'attuale sviluppo e perché si astenga dal partecipare quest'anno.

    Qual è la sua valutazione fondamentale sulla decisione di rinviare la fiera a seguito dell'epidemia di corona?

Sander: Alla fine, era assolutamente corretto, assolutamente comprensibile e in questa misura senza alternative. Naturalmente, saremmo stati molto lieti di informare personalmente i clienti e gli interessati di tutto il mondo sulla nostra vasta competenza in materia di sistemi con esempi concreti a Norimberga a metà marzo. Ma la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti e degli ospiti vengono prima di tutto.

    La società fieristica ha appena pubblicato una nuova data per "Fensterbau Frontale" dal 16 al 19 giugno 2020. Cosa significa questo per la partecipazione di Roto?

Sander: Questa alternativa era già emersa durante i nostri contatti con la società fieristica. A questo proposito, siamo già stati in grado di esaminare la questione, di valutare le argomentazioni e persino di effettuare un "sondaggio urgente" a livello mondiale nei nostri uffici commerciali. Come global player, Roto attribuisce il successo della "Fensterbau Frontale" soprattutto alla sua internazionalità. A questo proposito giudichiamo i risultati della nostra ricerca interna come preoccupanti. Hanno fatto nascere il timore che il numero dei nostri ospiti internazionali a giugno diminuisca drasticamente rispetto all'evento precedente del 2018. Le stime corrispondenti si basavano principalmente sui notevoli dubbi che lo sviluppo intorno al coronavirus avrebbe permesso di viaggiare senza alcun rischio di infezione. E' fuori discussione che Roto metta in pericolo la salute umana. Pertanto, dopo aver valutato tutti i fattori, quest'anno abbiamo deciso di non partecipare alla "Fensterbau Frontale".

Responsabilità economica

    Ci sono altri motivi per la sua disdetta?

Sander: Naturalmente dobbiamo anche guardare al lato degli affari. Il fatto è che abbiamo già speso una somma a sette cifre. Si trattava essenzialmente del risultato di molti obblighi contrattuali che dovevano essere rispettati. La partecipazione alla fiera di giugno avrebbe comportato ulteriori notevoli spese. Non riteniamo che ciò sia giustificabile per Roto, soprattutto in un momento in cui c'è molta incertezza a livello mondiale per quanto riguarda lo sviluppo futuro del business. La nostra decisione si basa quindi anche sulla responsabilità economica dell'azienda, dei suoi proprietari e dei suoi dipendenti.

    La sua attuale decisione è anche un "no" generale alla fiera del settore?

Sander: Per niente. Il team Roto non vede l'ora di accogliere e informare i visitatori nazionali e internazionali che si spera saranno al completo nel marzo 2022 nello stesso luogo nel padiglione 1 del centro fieristico di Norimberga. Abbiamo una situazione particolare nel 2020 di cui dobbiamo tenere conto. Niente di più, ma anche niente di meno.

Conseguenze economiche attualmente gestibili

    Atteniamoci alla "situazione particolare": i timori che il coronavirus possa gravare ulteriormente sull'economia globale, già in via di indebolimento, sono in costante crescita. Le aziende pubblicano avvisi di profitto quasi ogni giorno. Anche Roto sta già risentendo di effetti negativi sul business? E: Cosa si aspetta?

Sander: A causa, tra l'altro, delle riduzioni di valore associate al coronavirus nella produzione, attualmente non abbiamo vendite in Cina. Resta da vedere se riusciremo a compensare il calo nel corso dell'anno. Attualmente la produzione sembra tornare lentamente alla normalità. Nel complesso, tuttavia, nei primi due mesi l'intera divisione FTT ha registrato un buon andamento. Ciò significa che siamo stati in grado di compensare ampiamente le perdite di fatturato in Cina con lo sviluppo positivo di altre aree di business. Per Roto, le conseguenze della crisi del coronavirus sono quindi attualmente gestibili. Tuttavia, credo che non abbia ancora raggiunto il suo apice in tutto il mondo.

    Lei ha appena detto che Roto prende molto seriamente la sua responsabilità sanitaria, soprattutto in questa situazione. Come si traduce in una protezione preventiva contro il virus?

Sander: Penso che siamo assolutamente professionali in questo campo. Si parte dai rapporti sullo stato di avanzamento costantemente aggiornati dei più importanti paesi interessati e da una serie di restrizioni di viaggio fino al divieto di incontri con più di dieci persone. I dipendenti con computer portatili e telefoni cellulari di servizio portano a casa le loro apparecchiature la sera, in modo da poter lavorare da lì se necessario. Per il momento vogliamo anche evitare di partecipare ad eventi con concentrazioni di  persone.

Diversi percorsi di dialogo

    Torniamo alla fiera. Che cosa aveva preparato la divisione tecnologia per porte e finestre del Gruppo Roto per i visitatori commerciali nazionali ed esteri nel mese di marzo?

Sander: Volevamo mostrare come i nostri sistemi di ferramenta avanzati forniscano vantaggi concreti al cliente e pratici con un'idea di stand completamente nuova, anche dal punto di vista architettonico. Invece di una dimostrazione puramente orientata al prodotto, l'obiettivo era quello di offrire un'esperienza di ambiente completo per mostrare le caratteristiche delle prestazioni e gli effetti in modo veramente "realistico". Poiché Roto si rivolge a tutti i tipi di apertura e materiali per telai in tutto il mondo, avremmo reso tangibile e visibile ai visitatori l'ampia gamma di opzioni di applicazione e installazione offerta dal nostro portafoglio integrato.

    In che modo volete trasmettere il contenuto completo della fiera ai vostri gruppi target?

Sander: Va da sé che i nostri team di vendita internazionali rimangono in contatto con i loro clienti attuali e potenziali "sul posto" per informarli attivamente. Questo avviene in incontri personali, ma anche sempre più intensamente attraverso i canali offerti dalla moderna comunicazione digitale. In realtà, il coronavirus non ha nulla a che fare con questo: le conferenze telefoniche e le videoconferenze sono forme di comunicazione collaudate - e non sono necessariamente impersonali.

Map Locations

Roto Division FTT

      Roto Division DST